Premio ARCHI 2020 per la migliore tesi sulla iper-diversità nella società canadese

Caricamento Eventi

L’Associazione di Studi Canadesi e l’Associazione ARCHI sono liete di annunciare il

PREMIO ARCHI 2020

PER LA MIGLIORE TESI DEDICATA ALLO STUDIO DELLA REALTÀ CANADESE CONTEMPORANEA

Come sintetizza l’acronimo che le dà il nome (Applying Research, Cultural Heritage & Innovation), l’Associazione senza scopi di lucro ARCHI è nata per sostenere la ricerca accademica – e non solo – nel perseguimento dell’innovazione sociale al fine di dare risposte tangibili ad alcune delle sfide del nostro tempo.

Considerato il ruolo d’avanguardia acquisito dal Canada nell’affrontare le complesse diversità della propria popolazione e facendo seguito ai risultati e alle esperienze maturate da ARCHI attraverso la partecipazione al Progetto Europeo Performigrations: la gente e’ il territorio e al progetto WeTell – Storytelling & Consapevolezza Civica, la nuova collaborazione con l’Associazione di Studi Canadesi (AISC) vuole incoraggiare il bando e  l’assegnazione di borse di studio e premi agli studenti meritevoli che, assistiti da docenti AISC,  si impegnino nella ricerca sulla reazione della cultura canadese ai temi più scottanti dell’attualità.

         Argomento della Tesi Magistrale

Come annunciato alla conferenza dell’AISC svoltasi a  Bari  il 14 – 16 novembre 2019, per l’anno 2020 ARCHI si impegna ad offrire un premio alla migliore tesi di laurea magistrale di uno studente/una studentessa  che approfondisca in modo originale, alla luce degli studi sulla iper-diversità nelle società complesse, un argomento legato agli adattamenti e alle mutazioni più recenti della cultura canadese. La tesi dovrà essere stata assegnata da una Università italiana, in qualsiasi disciplina e redatta in italiano, inglese o in francese. Con il termine iper-diversità si intende qui non solo l’intensa diversificazione della popolazione in termini sociali, etnici o economici, ma anche il divenire di nuovi stili di vita, così come di nuovi modi di condividere e progettare lo spazio pubblico, nonché lo sviluppo di nuove forme e pratiche culturali, linguistiche, letterarie e artistiche.

         Modalità di partecipazione

La tesi, discussa dal 2018 e comunque entro il giugno 2020, dovrà essere inviata in formato pdf, al seguente indirizzo: info@aiscan.net entro il 30 di ottobre 2020, in un unico file con nome_cognome e contatti del candidato.

Il pdf va accompagnato da una lettera di presentazione della tesi da parte di un docente universitario iscritto all’AISC.

         Commissione

          La Commissione sarà formata dai presidenti di ARCHI e dell’AISC, integrata da un altro socio AISC. Il vincitore del premio sarà il risultato della selezione insindacabile della commissione e dovrà essere annunciato alla riunione annuale 2020 dell’AISC che si terrà a Bologna. Se, per mancanza di candidati che soddisfino i requisiti suddetti, in tale occasione la commissione dovesse decidere di non assegnare il premio sarà possibile posticipare all’anno successivo tutti i termini qui sopra indicati.

         Premio

Il premio alla migliore tesi presentata sull’argomento richiesto dal bando consiste in un biglietto aereo A/R (classe economy) per una destinazione canadese a partire dall’Italia. Il vincitore potrà reclamare il premio entro e non oltre i sei mesi successivi all’annuncio della vincita. Potrà, se lo desidera, pubblicare la tesi già discussa sul sito delle due associazioni. Inoltre, al vincitore sarà offerta l’iscrizione gratuita alle due associazioni per il 2020.

Per ulteriori informazioni contattare: Anna Mongibello: amongibello@unior.it

N.B. Il Premio ARCHI bandito per il 2019, sulla base della decisione della commissione giudicatrice, non è stato assegnato per la mancata iscrizione a concorso di una tesi su un argomento previsto dai requisiti del bando.

  AISC (Associazione Italiana di Studi Canadesi) http://www.aiscan.net)

ARCHI (Applying Research, Cultural Heritage & Innovation); http://www.archi.bo.it)

 

Bologna 25 novembre 2019